di

Felice Stoppa

 

 

Le costellazioni scomparse dal cielo

 

Nell'anno 132 della nostra era l'imperatore Adriano colloca in cielo la costellazione di

Antinoo

La troviamo disegnata a partire dal globo celeste di C.K. Vopel del 1536, ma viene anticipata anche nel Globo Celeste Arabico del secolo XI, infatti la zona che contiene le sei stelle informi dell’Aquila, cioè quella che coincide con la costellazione non tolemaica di Antinoo, è evidenziata da una linea incisa a forma di cuore.

Di seguito è riprodotta in una tavola dell'Uranometria di Bayer

 

 

La stessa in

Himmelsatlas fur Freunde und Liebaber der Sternkunde zu zeichen, Stuttgart 1835 di Hoffmann

 

 

e in

Della architettura di Gio. Antonio Rusconi, con centossanta figure dissegnate dal medesimo, secondo i precetti di Vitruvio, e con chiarezza, e brevità dichiarate libri dieci, Venezia 1590

 

 

 

 

 

Torna all'elenco delle costellazioni scomparse

 

www.atlascoelestis.com