Iohann Bayer

Uranometria , Augusta 1603

 

 

Iohann Bayer  

 

Uranometria , Augusta 1603

 

 

segue dalla pagina principale

 

Le tavole che presentiamo appartengono ad una copia dell'atlante depositata presso la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano e vengono pubblicate su concessione del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali con l'espresso divieto di ulteriore riproduzione o duplicazione con qualsiasi mezzo

La Biblioteca Braidense ha concesso inoltre  alla rivista " Le Stelle" la ristampa dell'opera del Bayer  che Ŕ apparsa come supplemento ai suoi primi sette numeri.

Nel  numero uno della stessa rivista del Novembre 2002 l'Uranometria viene descritta da un articolo di Felice Stoppa che illustra  alcune particolaritÓ che fanno della copia di proprietÓ della Biblioteca Nazionale Braidense di Milano un esemplare unico al mondo.

La copia di Milano Ŕ mancante dei testi che corredano le tavole. Quelli che si trovano nel presente lavoro appartengono ad una copia della

ETH- Bibliothek ZŘrich 

dove vi Ŕ depositata con il codice di classificazione RAR 8931 q.

Dalla stessa copia Ŕ riportata 

l'introduzione

e una rara tavola dello stesso incisore dell'atlante, Alexander Mair, rilegata successivamente con le altre tavole del Bayer dopo essere stata staccata da una copia dall'opera di Christhop Scheiner del 1612  sulle macchie solari, Tres epistolae de maculis solaribus scriptae ad Marcum Velserum,Augustae Vindelicorum. La tavola, Maculae in Sole, apparentes, observatae, documenta il fenomeno delle macchie sul Sole scoperto l'anno precedente da Galileo  ed in particolare il loro evolversi dal 21 ottobre 1611 al 14 dicembre 1611:

 

 

MACULAE IN SOLE APPARENTES, OBSERVATAE

 

 

l'introduzione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di

FELICE STOPPA