Kwon Geun

 

Cheonsang Yeolcha Bunyajido 천상열차분야지도 ;  天象列次分野之圖, Corea 1396 circa

 

 

 

 

Kwon Geun

 

Cheonsang Yeolcha Bunyajido 천상열차분야지도 ;  天象列次分野之圖, Corea 1396 circa

 

 

 

Sulla superficie di una grande pietra di color nero (altezza 211 cm, larghezza 122,5 cm, spessore12 cm)  Kwon Geun e altri astronomi reali del re coreano  Taeyo Lee Seong-gye fecero incidere verso la fine del XIV secolo una mappa del cielo stellato visibile dalla Corea contenente 1567 stelle suddivise in 264 costellazioni.

La mappa, circondata da testi in coreano che la descrivono, è realizzata in proiezione polare equatoriale ed in visione concava con al centro la proiezione del polo equatoriale e con cerchio perimetrale l’orizzonte celeste visibile in un anno dal territorio coreano.

 

L’opera è esposta al Museo del Palazzo Nazionale di Seoul:

https://en.wikipedia.org/wiki/Cheonsang_Yeolchabunyajido

 

La pietra è stata nei secoli successivi costantemente riprodotta ed incisa su materiali diversi mantenendo però le caratteristiche presenti nell’originale. Alcuni esempi:

 

Dal Blog storico di Mongde:

https://m.blog.naver.com/PostView.naver?isHttpsRedirect=true&blogId=mongde1536&logNo=220715638500

 

Dal Blog di Geumgang Ilbo:

http://www.ggilbo.com/news/articleView.html?idxno=508746

 

 

e da

 Bibliothèque nationale de France. Département des Manuscrits :

天象列次分野之圖. 천상열차분야지도. Da siañ yōl pun ya si do

https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/btv1b52512981h.r=ciel%20carte?rk=5107321;2

 

Stampa su carta del XVIII secolo, formato del foglio: 218.5 x 103.4 cm., dimensione della superficie scritta: 139 x 86.2 cm.

Su questa stampa sono ben evidenti le stelle, le costellazioni tratteggiate e provviste del nome,  il tracciato della Via Lattea e alcuni elementi dei reticoli utilizzati: Polo equatoriale, circolo polare boreale, equatore, eclittica, raggi di suddivisione delle 28 tradizionali case celesti, scala graduata perimetrale delle longitudini.

 

 

 

 

Partendo dalle sette stelle del Grande Carro, molto ben evidenti nel planisfero, si potrebbero identificare tutte le costellazioni della tradizione occidentale:

 

 

Altre mappe della tradizione cinese e coreana alla seguente pagina e a quelle ad essa collegate:

J. M. Bonnet-Bidaud, F. Praderie, S. Whitfield 

The Dunhuang Chinese Sky, VII Sec. d. C., Cina

  (Journal of Astronomical History and Heritage 12:39-59,2009)

Or.8210/S.3326, The Dunhuang Star Chart

http://www.atlascoelestis.com/Dunhuang%20VII%20sec%20base.htm

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di  FELICE STOPPA

APRILE 2022