Philippe De La Hire 

Le Globe Celeste representé en deux Plans Hemispheres par Mons De La Hire Professeur Royal et de l'Academie des Sciences, A Paris chez Chiquet 1719

 

 

Philippe De La Hire

Astronomo, matematico e artista francese (1640-1718)

 

Le Globe Celeste representé en deux Plans Hemispheres par Mons De La Hire Professeur Royal et de l'Academie des Sciences, A Paris chez Chiquet 1719

 

 

Il Doppio globo che presentiamo è una copia identica a quella del 1719 e  viene pubblicata a Parigi intorno al 1740. I colori delle costellazioni sono stati aggiunti  successivamente a mano e, purtroppo, con molta imprecisione.

 

 

Vai ai particolari dell'Emisfero Settentrionale

 

Vai ai particolari dell'Emisfero Meridionale

 

 

I due emisferi riportano le stelle visibili ad occhio nudo classificate in sei magnitudini. Le costellazioni sono quelle tolemaiche con nomi francesi alle quali sono state aggiunte Ganimede (Antinous), la Fleur de Lys, la Chevelure de Berenice, la Colombe e la Croix tra i piedi del Centauro. Inoltre troviamo le dodici costellazioni meridionali inserite da Bayer nella sua Uranometria del 1603 ed osservate e catalogate per la prima volta, nei loro viaggi nei mari del sud alla fine del secolo sedicesimo, dai commercianti Keyser e Houtman.

I due emisferi sono collegati dalla linea del coluro equinoziale attraverso il punto vernale. 

 

 

Il reticolo, calcolato per il 1700, è in proiezione concava, i poli sono quelli eclittici e sull'eclittica può essere letta la longitudine grado per grado, evidenziata da un raggio ogni trenta gradi. Sono riportati i cerchi dei tropici, quello dell'equatore, i coluri e l'eclittica.

Fanno da cornice alla carta stellare le immagini del Sole, della Luna e dei Pianeti tratti dalle osservazioni e dalle teorie di Cassini, Galilei e Kircher.

 

 

Da notare il passaggio dell'ombra di un satellite sul disco di Giove

 

 

 

 Curiosa la rappresentazione del Sole all'interno del quale Kircher immagina continenti circondati da oceani sui quali galleggiano le macchie scoperte da Galileo.

 

 

 

 

 

 

 TAVOLA

 

 

 

 

 

 

 

Dello stesso autore riproduciamo i due più famosi planisferi pubblicati a Parigi da N. de Fer negli anni 1704 e 1705

 

 

 

 

 

 

 

 e il doppio planisfero del 1702

tavola N° 4 contenuta in L'Atlas Curieux (Paris, 1700-1704) edito da N. de Fer

 

 

Philippe De La Hire

per cortesia di

 

 

 

La Hire , Philippe de (1640-1718). - mathématicien, fils du peintre et graveur Laurent de La Hire , il est né à Paris en 1640, et est mort en 1718. Il était à la fois géomètre astronome, hydrographe. Il professa l'astronomie et les mathématiques au Collège de France, fut reçu à l'Académie des sciences en 1678, coopéra à la Carte de France, et exécuta des nivellements pour amener des eaux à Versailles . Citons, par ailleurs, les observations barométriques et magnétiques qu'il fit dans les divers pays de France où il dirigeait des triangulations.

 

Principaux ouvrages - Traité des sections coniques, 1685 Tabulæ astronomicæ, 1702; Mécanique, 1675; L'École des Arpenteurs, 1689

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di  Felice Stoppa