Zacharias Bornmann

Astra, Breslavia 1596

 

 

 

Zacharias Bornmann

ASTRA.

 

A qualche decennio di distanza dalla pubblicazione degli atlanti di Piccolomini e Gallucci  Bornmann stenta ancora ad allontanarsi dalla tradizione precedente, ancorata alle rassegne aratee delle costellazioni tolemaiche. Da Piccolomini accoglie l’idea di inserire una scala per la misurazione della latitudine e della longitudine, presente nella tavola 2 e da utilizzarsi anche per le altre. Sempre nella stessa tavola troviamo la scala delle sei magnitudini. Le stelle, solo quelle del catalogo di Tolomeo ma limitate a quelle interne alle costellazioni, sono graduate e riportate con una certa precisione, distribuite in 23 tavole di formato 13 x 16,5 cm . La proiezione è concava e i disegni delle costellazioni sono rappresentati con i personaggi di spalle. Il disegnatore, Georg Hayer, si ispira alle tavole del Durer pur mantenendo una forte caratterizzazione propria eccedendo nell’uso del grottesco e del caricaturale, vedi ad esempio le figure del Sagittario, Cassiopea, Vergine, Pegaso e Cavallino. Una ventiquattresima mappa con le due orse rappresenta le costellazioni visibili allo zenit di Breslavia.

Bornmann inventa due nuove costellazioni: Urna, l’orcio nelle mani dell’Acquario, e Lineola che unisce i due Pesci. Numerose sono le stelle per le quali viene riportato il nome proprio utilizzato però con scarsa attenzione filologica.

Ad ogni costellazione è associato uno o più simboli astrologici.

Le tavole sono precedute dal ritratto dell’autore e da un suo breve saggio introduttivo.

Bornmann nel 1595 aveva già pubblicato, sempre a Breslavia, un altro libro dal titolo:

ASTROLABIUM TETRAGONUM

 

 

Note alle Tavole

In tutte le tavole è indicata la direzione verso il Polus equatoriale

 

1 Ursa Minor, Draco

La Stella Polare è indicata come Polus Arcticus

 

2 Ursus Major

E' riportata la Magnitudo Stellarum suddivisa in sei classi di grandezze, la Longitudo et Latitudo con una scala suddivisa in gradi e lunga 20, le due tabelle valgono anche per tutte le altre tavole. Sono riportati i nomi propri delle seguenti stelle: Benenacz, Alioth, Dubhe.

 

 

 

 

4 Libra, Bootes

Stelle nominate: Arcturus Alramech

 

 

5 Corona, Hercules

Stelle nominate: Alpheta

 

6 Cygnus, Lyra

Stelle nominate: Deneb Adigege

 

7 Erichtonius, Perseus, Caput Gorgonis

Stelle nominate: Hirsus, Rasch Algol

 

 

11 Andromeda, Canis Minor, Thuribulum

Stelle nominate: Mirach

 

21 (12) Aries, Taurus

Stelle nominate: Pleiades, Aldebaran

 

13 Cancer, Gemini

Stelle nominate: Pollux, Castor

 

14 Leo

Cauda Leonis è nominata come parte della costellazione. Stelle nominate: Deneb.eleceb, Calb eleceb, Cor Leonis

 

 

15 Virgo

Stelle nominate: Vindemitor, Azimech, Spica Virginis

 

 

16 Scorpio, Lupus, Centaurus

Con Pes Ophi si nomina la parte visibile della costellazione dell'Ofiuco fuori campo. Stelle nominate: Ralb alalco

La tavola riporta la firma del disegnatore e incisore: Georg Hayer, pictor Wratisl: Sculps:

 

18 Aquarius, Urna, Piscis notius

Urna, l'orcio dell'Aquarius, è una delle due costellazioni ideate da Bornmann.

Stelle nominate: Fomahaut

 

19 Pisces, Lineola, Brachium Andromeda

Lineola è la seconda costellazione ideata da Bornmann.

Brachium Andromeda è la parte di Andromeda visibile nella tavola

 

20 Cetus vel pistrix

Con Venter Ceti viene nominata la parte centrale della costellazione

 

21 Orion, Lepus, Eridanus

Stelle nominate: Bedelgeuse, Rigelelgeuse, Acarnar

 

 

22 Argus sive Navis, Canis Maior

Stelle nominate: Canopus, Athabor

 

ASTRA.

 Alle Bilder des Himmels/sampt deren Sternen artlich in Kupfferstich gebracht/durch die Longitudinem unnd Latitudinem darbey auch die Magnitudines, und wie man die Sternen unnd Bilder des Himmels durch ein Instrument leichtlich erlernen/tan Allen Liebhabern der Astronomiae dienstlich. 

Durch

 Zachariam Bornman/Illuministen zu Bresslaw. 

Gedruckt zu Bresslaw/bey 

Georgio Bawman. 

Anno Domini M.D.XCVI.

 

 

 

 

Ritratto dell'autore

 

 

 

 

Tavole delle costellazioni e testo

Clicca sulle immagini per approfondire

 

 

 

1 Ursa Minor, Draco

 

 

2 Ursus Major

 

 

3 Cepheus, Deltoton, Cassiopeia

 

 

4 Libra, Bootes

 

 

5 Corona, Hercules

 

 

6 Cygnus, Lyra

 

 

7 Erichtonius, Perseus, Caput Gorgonis

 

 

8 Ophiuchus, Anguis

 

 

9 Capricornus, Sagitta, Delphin, Aquila

 

 

10 Equiculus, Pegasus

 

 

11 Andromeda, Canis Minor, Thuribulum

 

 

21 (12) Aries, Taurus

 

 

13 Cancer, Gemini

 

 

14 Leo

 

 

15 Virgo

 

 

16 Scorpio, Lupus, Centaurus

 

 

17 Sagittarius, Corona Merid:

 

 

18 Aquarius, Urna, Piscis notius

 

 

19 Pisces, Lineola, Brachium Andromeda

 

 

20 Cetus vel pistrix

 

 

21 Orion, Lepus, Eridanus

 

 

22 Argus sive Navis, Canis Maior

 

 

23 Corvus, Crater, Hydra

 

 

Tavola non numerata con le Orse e lo Zenit di Bresslaw

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di Felice Stoppa