Camille Flammarion

 

Cartes des Constellations in Histoire du ciel (Nouvelle édition) , Parigi 1883

 

 

 

 

Camille Flammarion

 

 

Cartes des Constellations

in

Histoire du ciel (Nouvelle édition) , Parigi 1883

 

 

 

 

I due planisferi  celesti riuniti in una grande tavola ripiegata concludono l’ Histoire du Ciel di Flammarion già pubblicata in prima edizione a Parigi nel 1872. L’opera consiste in sedici lezioni o Soirées nelle quali l’ oratore conduce i suoi ascoltatori , ospiti nel castello della Marchesa di Flamanville ,

 

all’interno dell’evoluzione storica e filosofica della scienza astronomica. Il testo non è pertanto una descrizione fisica del cielo o dell’universo ma il racconto di come l’uomo lo ha visto, pensato ed interpretato nel corso dei secoli, dall’antichità alla metà dell’ottocento.

 

Dall' introduzione

 

 

Per cortesia di

https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k97394186.texteImage

https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k97394186/f520.planchecontact

 

 

Tables des Matières

 

 

 

Oeuvres de Camille Flammarion

 

 

 

 

I planisferi celesti

 

    

 

 

I due planisferi celesti sono costruiti in proiezione polare equatoriale ed in visione concava. Si estendono dai relativi poli posti al centro fino al cerchio dell’equatore che fa da circonferenza perimetrale, su questo è posta una doppia scala graduata che misura l’ascensione retta al passo di una ora e di 15°. Completano il reticolo equatoriale i cerchi del tropico del Cancro, quello del Capricorno, quelli dei due circoli polari ed il coluro equinoziale.

Il reticolo eclittico è rappresentato dai due poli e dall’eclittica. Centrati sopra i due poli eclittici sono evidenziati, in ognuno dei due planisferi, il Cercle decrit par le Pole du Monde en 25.870 ans causato dallo scorrimento periodico dell’asse terrestre in seguito al fenomeno della precessione degli equinozi.

  

Cercle decrit par le Pole du Monde en 25.870 ans

 

 

Le due carte hanno soltanto una finalità descrittiva pertanto è limitato il numero di stelle che presentano, divise in grandezze ma senza scala, probabilmente limitate fino a qualcuna della quarta. Solo le più famose riportano il nome proprio.

 

Sono invece numerose le costellazioni illustrate, con il loro nome in francese, allo scopo di accompagnare le soirées dove l’oratore ne racconta minuziosamente lo sviluppo storico.

 

https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k97394186/f107.item

 

https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k97394186/f143.item

https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k97394186/f171.item

 

Ogni costellazione è rappresentata dal relativo disegno del personaggio mitologico. Quelli delle dodici costellazioni zodiacali si distinguono per il fondo retinato in grigio.

 

 

 

Hémisphère Boréal

 

 

 

 

Hémisphère Austral

 

 

 

 Altre opere di Flammarion descritte nelle pagine di Atlascoelestis:

 

C. Dien et C. Flammarion: Atlas céleste, Paris 1877

http://www.atlascoelestis.com/20.htm

 

 

 

C. Dien et C. Flammarion: Atlas par Ch. Dien, Hémisphère Boréal, Paris 1877

http://www.atlascoelestis.com/Flamm%20Bor%20Pagina%20base.htm

 

 

 

C. Dien et C. Flammarion: Atlas par Ch. Dien, Hémisphère Austral, Paris 1877

http://www.atlascoelestis.com/Flamm%20aust%20Pagina%20base.htm

 

 

 

C. Flammarion:  Mouvements propres séculaires des Étoiles et Systèmes stellaires, Paris 1877

http://www.atlascoelestis.com/Flamm%20mov%20Pagina%20base.htm

 

 

 

C. Flammarion:  Les merveilles célestes, lectures du soir, Paris 1878

http://www.atlascoelestis.com/Flammarion%201878%20Merveilles.htm

 

 

 

C. Flammarion, Paul Fouché: Planisphère céleste, contenant toutes les étoiles visibles à l'oeil nu et les principales curiosités du ciel dressé sous la direction de Camille Flammarion  par Paul Fouché, Paris 1884

http://www.atlascoelestis.com/Flammarion%201884.htm

 

 

 

C. Flammarion: Planisphère céleste mobile pour l'Horizon de Paris dressé sous la direction de Camille Flammarion par Léon FenetParis 1887 circa

http://www.atlascoelestis.com/Flammarion%201887%20base.htm

 

 

 

C. Flammarion, Hippolyte Barnout: Atlas astronomique de poche, Paris (1887-1897)

http://www.atlascoelestis.com/Flammarion%20poche.htm

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di  FELICE STOPPA

APRILE 2020