Andrew Bell

Southern Hemisphere with the Figures of the Constellations, Astronomy, Plate LXXXVI, Encyclopedia Britannica, Edinburgo 1771

 

 

 

Andrew Bell

 (1726-1809)

 

 

 Southern Hemisphere with the Figures of the Constellations, Astronomy, Plate LXXXVI, Encyclopedia Britannica, Edinburgo 1771

 

 

La tavola, 20,5 per 27 cm, è tratta dalla Encyclopedia Britannica di Edinburgo 1768-1771. L’enciclopedia è accompagnata da un corredo iconografico di qualità le cui tavole in rame furono incise quasi al completo, dalla prima alla quarta edizione, da Andrew Bell che fu cofondatore dell’intero progetto insieme a Colin MacFarquhar.

Questa ed altre tavole dell’Encyclopedia Britannica furono riprese ed incise nuovamente per le edizioni americane che si ispiravano all’opera inglese, tra queste la Rees Encyclopedia pubblicata da Samuel Richard Bradford a Philadelphia con le incisioni rivisitate da Robert Scot.

Il planisfero meridionale di Bell è realizzato in proiezione polare equatoriale stereografica convessa, si propone per l’utilizzo didattico e divulgativo. Il reticolo di riferimento principale è quello equatoriale e comprende il circolo antartico, il tropico del Capricorno e l’equatore che riporta una scala graduata nella quale l’ascensione retta è declinata grado per grado. Il reticolo eclittico è rappresentato dal relativo polo nella costellazione di Xiphias, dall’arco dell’eclittica meridionale compresa tra le costellazioni dell’Acquario e della Vergine, e da linee di longitudine ogni 10°. Le stelle sono divise in magnitudini ma manca la relativa scala. Tra le costellazioni troviamo, oltre alle tolemaiche, quelle meridionali osservate dai commercianti Keyser e Houtman ed  immortalate nell’atlante di Bayer del 1603, le seguenti costellazioni non tolemaiche Antinous e  Royal Oak (entrambe attualmente abolite), Sobieskis Shield, Noahs Dove, Sextans, Unicorn, Triangle ( del sud) e addirittura due Croci del Sud, una denominata The Crosiers posta correttamente  tra le zampe del Centauro e l’altra, Crosern, curiosamente e per errore posta tra quelle del Sagittario.

 

Due Croci del Sud:The Crosiers posta correttamente  tra le zampe del Centauro, Crosern per errore posta tra quelle del Sagittario.

 

La tavola è completata da uno schema (Fig. 205) che riproduce e spiega lo sviluppo di una eclissi totale di Luna.

 

 

Southern Hemisphere 

 

 

 

 

Altre tavole di una edizione successiva

 

  

 

 

 

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di  FELICE STOPPA

LUGLIO 2013