Thomas Bale, George Woodward

 

New Celestial Globe, Londra 1845-1850

 

 

 

 

 

Thomas Bale

George Woodward

 

New Celestial Globe, Londra 1845-1850

 

La grande tavola che esamino in questa pagina riproduce in dodici fusi tangenti sulla proiezione dell’equatore celeste tutta la volta celeste. Venne prodotta tra il 1845- 1850 a Londra nel laboratorio di strumenti geografici Bale & Woodward, laboratorio con annesso una propria officina tipografica. Il marchio del produttore è impresso appena sotto l’Orsa Minore ed al cartiglio delle Magnitudes ed è completato dal titolo della carta: New Celestial Globe. Non vi sono altre indicazioni che accennino all’autore del progetto scientifico e anche il confronto stilistico con tavole di altri autori , operato sul disegno del personaggio delle costellazioni, non aiuta perché nello stesso periodo Bale & Woodward produssero anche altre tavole e globi stilisticamente diversi dal nostro.

 

I dodici fusi, 30° di A. R. ognuno, debitamente incollati sopra di una sfera originerebbero un globo celeste di 18 cm di diametro. La proiezione utilizzata è polare equatoriale, la visione convessa.

 

 

Coppia di globi prodotti da Bale & Woodward

 

Del reticolo equatoriale troviamo i due poli, l’equatore dotato di una scala al passo di 1° di A. R., i cerchi dei tropici, i circoli polari e quelli dei coluri equatoriale e solstiziale sui quali è disegnata una scala graduata al passo di 1° in declinazione, cerchi di A. R. ogni 15° e cerchi di declinazione ogni 10°.

Il reticolo eclittico è rappresentato dalla proiezione dei due poli dai quali si dipartono cerchi di longitudine ogni 15° e dall’Eclittica che è provvista di scala graduata al passo di 1° di longitudine accompagnata da una griglia a reticoli quadrati che identifica la zona dove transitano i pianeti. La griglia è formata da quadrati con lati di 5° di archi di latitudine e longitudine posti per 10° a nord e a sud dell’eclittica.

 

La fascia intorno all'Eclittica tra Aries e Leo

 

Le stelle sono distinte in sei magnitudini, le principali sono accompagnate dal nome proprio in latino. Un simbolo particolare indica gli oggetti nebulari del profondo cielo ed un altro le stelle variabili.

Ben delineate sono la Via Lattea e le due nubi di Magellano. Il nome proprio in latino accompagna le costellazioni delle quali, oltre a quelle tolemaiche, appaiono quasi tutte quelle ideate fino al 1850 alcune delle quali ora non sono più utilizzate come: Antinous, Solitarius, Musca (boreale), Caput Medusae, Asterion e Chara, Mons Maenalus, Taurus Poniatwski, Robur Caroli.

 

Le due nubi di Magellano ed il polo eclittico antartico

 

Robur Caroli

 

 

 Antinous,Taurus Poniatwski

 

 

 

Due altre distinte copie della tavola possono essere esaminate ai seguenti indirizzi per cortesia di Royal Museums Greenwich

 

 

GLB0259 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19945.html : cm 30 per 57, diametro del globo generabile 18 cm

GLB0260 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19946.html : cm 30 per 57, diametro del globo generabile 18 cm

 

Il Royal Museums Greenwich propone altre tavole di Bale & Woodward, diverse da quella esaminata sia per dimensioni che per stile:

 

GLB0257 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19943.html : cm 14 per 30, diametro del globo generabile 7,6 cm

 

GLB0258 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19944.html : cm 22 per 44, diametro del globo generabile 13 cm

 

 

GLB0255 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19941.html: cm 22 per 44, diametro del globo generabile 13 cm

GLB0256 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19942.html : cm 23 per 45, diametro del globo generabile 13 cm

 

 GLB0270 http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/212252.html : cm 23 per 45, diametro del globo generabile 13 cm

 

 

Di questi tre ultimi esemplari esiste ancora la tavola in rame utilizzata per la relativa stampa:

 

http://collections.rmg.co.uk/collections/objects/19873.html: cm 20,3 per 42, diametro del globo generabile 13 cm

 

 

 

 

La tavola

 

per cortesia di:

http://collection.sciencemuseum.org.uk/objects/co535160/uncoloured-and-uncut-printed-paper-gores-for-the-new-celestial-globe-globe-gores

 

 

 

 

 

 

 

Coppia di globi prodotti da Bale & Woodward

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.atlascoelestis.com

di  FELICE STOPPA

FEBBRAIO 2019